CORPO DEI VIGILI DEL FUOCO



L'UNICEF Italia nel 1989 ha nominato il CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO "Goodwill Ambassador"; l'UNICEF Italia riconosce nel Corpo "… da sempre impegnato con generosa dedizione nelle attività di protezione civile, l'espressione ideale dei valori della solidarietà e della tutela verso le persone che soffrono. La presenza nelle emergenze, caratterizzata dall'imparzialità e votata esclusivamente a rispondere ai bisogni dell'essere umano accomuna i Vigili del Fuoco e l'UNICEF e crea i presupposti per una naturale alleanza tra loro in favore dell'infanzia; (…) ad essi affidiamo l'impegno ideale di rappresentare, ovunque essi intervengano, lo spirito di solidarietà che deve animare l'azione di coloro che hanno a cuore le sorti dei bambini e delle bambine".
Per sottolineare questa alleanza di intenti tutti i Vigili del fuoco in azione hanno sulla divisa lo stemma con il logo dell'UNICEF.
Moltissime in queste anni sono le iniziative, le campagne promosse dall'UNICEF, che il CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO ha sostenuto con uomini e mezzi, in particolare "Yes for Children", che ha permesso nel 2001 di raccogliere quasi un milione e mezzo di firme in favore dei diritti dei bambini e l'iniziativa di raccolta fondi "Per Natale fateli tornare bambini" con il quotidiano "La Repubblica" nel dicembre 1999.

Per la campagna Zapping-UNICEF per “Infanzia rubata, infanzia violata”, lanciata ad inizio 2003, è stato attivissimo il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile-Ufficio Coordinamento e Relazioni Esterne del Ministero dell’Interno, che, attraverso le sue sedi locali, ha raccolto migliaia di adesioni.